sabato 27 dicembre 2008

Giacinto Coldani (1)

L'amica Doretta Vignoli, archivista della basilica di San Giovanni Battista in Melegnano, mi chiede di pubblicare in internet i risultati delle mie ricerche su Giacinto Coldani, il primo storico locale, vissuto nel XVIII secolo. Obbedisco, come disse quel tale; ma premetto che la ricerca è tuttora in corso e i risultati non sono completi.

Per un primo inquadramento partiamo dallo storico Cesare Amelli (1924-2002), che ha trattato del Coldani sia nel Dizionario biografico dei Melegnanesi (1998) sia nella Storia della letteratura melegnanese (2000). Fortunatamente questi testi sono stati pubblicati anche sul web, rispettivamente qui e qui. Ci interessano anche le pagine che nelle stesse opere l'Amelli ha dedicato a Ferdinando Saresani, il secondo storico melegnanese, che nel 1851 si basò sull'opera del Coldani per i propri Cenni storici dell'antico e moderno insigne borgo di Melegnano, stampati postumi nel 1886 (eccole qui e qui).

Avete letto le pagine dell'Amelli? Bene, proseguiamo.

Le notizie biografiche sono piuttosto sommarie e non si capisce quali e quante siano le opere storiografiche scritte dal Coldani. Oltre a un Ragguaglio della chiesa di San Giovanni Battista del borgo di Melegnano, conservato nella Biblioteca Ambrosiana di Milano, si parla genericamente di manoscritti del 1749 che servirono al Saresani per i suoi Cenni storici del 1851. Evidentemente l'autore non ha fatto ricerche approfondite sul Coldani, cosa del tutto comprensibile in lavori pionieristici che coprono secoli di storia.

Nel preparare la pubblicazione dei manoscritti del Coldani, finora inediti, non potrei accampare per me una tale giustificazione. Ho quindi fatto ricerche nell'Archivio della parrocchia di San Giovanni Battista di Melegnano, nell'Archivio storico della diocesi di Milano e nell'Archivio di Stato di Milano. Altri archivi devono essere consultati (e anche gli archivi già consultati potrebbero riservare ancora qualche sorpresa), ma è già possibile rimpolpare l'Amelli con un bel po' di notizie.


Giacinto Coldani nacque a Melegnano il 16 agosto 1696. Era figlio di Ambrogio e di Domenica Borella. Il battesimo gli fu impartito il giorno successivo dal canonico curato Alessandro Visconti; il padrino fu lo zio paterno Carlo Giuseppe.

Il padre Ambrogio, figlio di Antonio, abitante a Casalmaiocco, si era sposato in prime nozze il 20 gennaio 1693 con Francesca Brazola, abitante a Melegnano, figlia di Matteo Brazzolo e Lucia. Celebrante fu il canonico Baldino Curti e testimoni il canonico don Dionigio Sardi e Gasparo de Massari. Di Ambrogio non ho visto l'atto di battesimo, ma al momento delle nozze doveva essere sui 25 anni. La sposa, chiamata Giacoma Francesca nell'atto di battesimo, era nata il 17 marzo 1670 a Melegnano e aveva quindi quasi 23 anni.

Il 15 marzo 1694 alla coppia nacque un figlio, Antonio Giovanni, ma la madre non sopravvisse. La morte, di cui ignoro la data esatta, probabilmente avvenne fuori Melegnano. Un mese e mezzo dalla morte della moglie, il 4 maggio 1694, Ambrogio si sposò con Domenica Borella nella parrocchia di San Gualtero nei Chiossi di Porta Regale a Lodi, dove la sposa abitava. Era figlia del fu Giacinto e al momento delle nozze doveva avere circa diciotto anni.

Giacinto, secondogenito di Domenica (e terzogenito di Ambrogio), prese dunque il nome dal nonno materno.

In totale, secondo i registri dei battesimi della parrocchia di Melegnano, da Ambrogio e Domenica nacquero nove figli, di cui tre morti in tenera età (una Angela Caterina e due Giovanni Battista):
28-12-1694 Angiola Cattarina
16-8-1696 Giacinto
2-10-1698 Giovanni Battista
24-11-1699 Maria Cattarina
11-11-1701 Angela Francesca
9-12-1703 Impolita Giovanna
4-11-1705 Giovanni Battista
23-10-1707 Giovanni Battista
6-5-1710 Anna Lucia
Gli Stati d'anime conservati nell'archivio della prepositura di Melegnano sono pochi e lacunosi. La famiglia Coldani doveva essere residente nella parrocchia, dal momento che tutti i figli vi figurano battezzati, ma un solo Stato d'anime documenta la presenza della famiglia a Riozzo nel 1708:
Ambrogio Coldano ccc 40
Domenica Jugali ccc 32
Antonio ccc 14
Giacinto cc 12
Maria c 8
Francesca 6
Giovanna 4
Giovanni Battista
Angela Genovese, Servit. 35
(le c credo significhino confessato, comunicato e cresimato)

(continua...)

4 commenti:

una figlia ha detto...

Con tutti 'sti nomi la storia del Coldani si preannuncia peggio di Sentieri... ;)

Marco chiede se Coldani è parente dello Czio... :D

Buon anno!

Luigi Bardelli ha detto...

Cara figlia, la storia supera la fantasia.
Dì a Marco di fare meno lo spiritoso.

una figlia orgogliosa ha detto...

Papà, google ti ha indicizzato! Dobbiamo festeggiare!

Luigi Bardelli ha detto...

Sicuramente. Intanto sto preparando un Giacinto Coldani(2), uno Spigolature(2) e qualcosa d'altro...